Il Roster2019-05-11T09:49:21+02:00
IL ROSTER

IL NOSTRO FANTASTICO TEAM

Varcare la soglia di un negozio ed entrare direttamente in una comunità. Vi succederà questo, sicuramente. Una storia di basket raccontata da un gruppo di amici a uso e consumo di tutti quelli che vogliono ascoltarla. Baskethood è questo. Ma è anche la voglia di parlare una lingua condivisa e fortemente conosciuta. Siamo giocatori, siamo appassionati, siamo tifosi. Siamo le nostre facce, ben riconoscibili e sempre disponibili a condividere con voi la nostra follia a spicchi.

Baskethood nasce da un’idea di Paolo e Gianpiero Giacomelli e vede la luce con la spinta degli amici dei due fratelli in questione. Gli hall of famer sono i cavalieri che fecero l’impresa: sono quelli che credono nel progetto, vedono nascere la creatura, ne curano i primi passi e poi lasciano andare il giovane virgulto per la sua strada. Oggi le gambe del ragazzo sono solide grazie al certosino lavoro dei Giacomelli. A cui si è aggiunta la classe di Sandro Marelli. Leggete chi sono e capirete chi siamo.

PAOLO GIACOMELLI – PLAY MAKER

“The Brain”. La mente di tutto, il Pantocreatore di BasketHood. Lo sciamano che stavate aspettando: sarà lui a guidarvi nella scelta di un oggetto che diventerà divino nelle vostre mani. Anche se parliamo sempre di scarpe.

GIANPIERO GIACOMELLI – POWER FORWARD

“El Gordo”. L’ingegnere di Baskethood, mano dolcissima dei parquet bresciani e la giusta arroganza dei suoi 29 anni. In negozio non lo vedrete spesso ma sappiate che nel retro c’è lui. Sta mangiando teste di pesce districandosi sui social. Il nostro Sloth dei Goonies.

SANDRO MARELLI – SMALL FORWARD

Herr Professor. In campo e fuori dal campo dispensa pillole di saggezza grazie a una scienza cestistica che ben si abbina alla sua formazione filosofica. Vero crack delle minors bresciane, ha un passato di tutto rispetto nelle giovanili dell’Olimpia Milano. Con i bianco-rossi si è tolto anche la soddisfazione di sedere in panchina contro il Maccabi in Eurolega. Questo ne sa. Se vi dice che la scarpa è giusta…credetegli! Se poi siete donne, credetegli ulteriormente. Perché è pure un bel figliolo.

HALL OF FAMER

ANDREA FILIPPINI

È il Mahatma della squadra. L’uomo dai saldi principi morali e dalla freddezza di ghiaccio. La guida spirituale di cui la banda aveva bisogno. Opera dietro le quinte, leading by example.

FRANCESCO COSTANTINO CIAMPA – CENTER

“El Majico”. Tutto quello che lui tocca…finisce nella bocca. Per questo cerca di toccare solo cibo. E tanto. Giocatore di rugby prima e di basket poi. Incrollabile tifoso dell’Olimpia Milano dal lontano 1991. Artista della parola e mazzolatore d’area.

Sembra cattivo. Ma lo è.

PAOLO GRECHI

“Sensation”. Gioca ancora nonostante la veneranda età. Tifoso del Basket Brescia in tempi non sospetti. Suo padre ci accompagnava in trasferta ai tempi del Dolce Vita. Dietro un grande uomo, la solita grande donna. Che regala abbonamenti al Pala George per il compleanno, non a tutti però.

RICCARDO NOVALI

“Il Duca”. Arbiter Elegantiae è rinomato nei quattro angoli del globo per il suo impeccabile stile. Accompagnatore musicale del gruppo grazie al jazz che gli scorre nelle vene.
Se vedete sventolare una bandiera, quella l’ha fatta lui. Col basket c’entra come Shaq dalla lunetta del tiro libero, ma se cercate qualcosa da sventolare al Palageorge lui è l’uomo che fa al caso vostro.

CHIARA FILIPPINI

“The Teacher”.  Poesia greca, latina e italiana sono le sue passioni.
Una Signora. L’unica signora. Colei che tiene le redini in questo gruppo di indemoniati.  Basti questo per farvi capire. Lei e il marito sono i più scatenati nel promuovere l’attività sui social, e poi la figlia gioca a basket.

DOMENICO SIGNORELLI

“Blue Eyes”. Grande amante della cucina. Vanta un’iscrizione al noto programma Master Chef ai cui provini, poi, non si è mai presentato. Ha un solo difetto ed è di colore nero e azzurro. Dall’altra parte dell’Oglio. Altro personaggio da evitare se si gioca a basket: ortopedico…

MARTINO PELIZZARI

“Mr. Perfect”. Non capisce assolutamente nulla di basket ma capisce tutto del resto. Averlo per amico è una necessità anche se non vorreste mai aver bisogno di lui: fa l’avvocato. E poi è bello.

ROCCO MONESI

“El Banano”. Lui è sempre a disposizione. Specie quando c’è da esibirsi nella cucina della tradizione bresciana. Radiologo di fama locale, è un incrollabile tifoso del Brescia. Calcio. Un cultore di tutti gli sport giocati, dalle freccette al curling, e si è vista qualche sua presenza anche al Palageorge. Non disdegna i grandi temi della vita. Quali non si sa.

BLOG

Leggi altri articoli