#STAYFOCUS

Se siete appassionati come noi, avrete già sentito i commentatori di qualche partita NBA utilizzare l’espressione “down the stretch”.
Letteralmente significa lungo la strada, in senso evocativo e sportivo parla degli attimi finali della gara quelli decisivi, senza appello.
Chi direziona gli eventi in quel frangente spesso vince, chi si lascia trasportare raramente ha successo.
L’attenzione, il focus, in quei possessi deve alzarsi di livello, altrimenti anche un piccolo vantaggio, una situazione che sembra quasi risolta può ribaltarsi e condurre ad una sconfitta dolorosa e inattesa.
Anche i più grandi campioni hanno sperimentato cosa significhi levare il piede dal proverbiale acceleratore troppo presto! Di rimonte pazzesche ne ricordiamo diverse, incredibili, impossibili da pronosticare; gioia immensa per una squadra, desolazione e sconforto per l’altra.
Ricordate questi 35 secondi qui sotto?

“Do you believe in miracles?”

Cadute fragorose non hanno risparmiato davvero nessuno, nemmeno i migliori. Parliamo di Duncan, Parker, Ginobili, con buona probabilità tra le più grandi dinastie dello sport americano, eppure.
L’imponderabile può sempre accadere, ma ciò che è sotto il nostro controllo dobbiamo essere in grado di gestirlo con estrema cautela, a maggior ragione in questi mesi complessi.
Lunedì 18 Maggio il nostro negozio riaprirà la vendita al dettaglio. Il nostro progetto che vive di socialità, di incontro ha subito una dura scossa e proprio per questo non possiamo permetterci di sbagliare nessuna giocata in questo delicato finale di partita.
Se giochiamo con attenzione, collaborando, pensando da squadra, possiamo uscire da questa situazione.
Se ci lasciamo trasportare dagli eventi, convinti che qualcun altro dovrà prendersi la responsabilità, verremo nuovamente scaraventati nel tetro scenario di questi mesi, tra isolamento, distanziamento sociale e nessuna possibilità di comunità.

Riapriremo, ma la vittoria di questa partita dipende da tutti noi. Dovremo attenerci a tutte le disposizioni del caso anche se ci sembrano ormai acqua passata, dovremo prestare attenzione nonostante la ritrovata libertà ci sembri troppo gustosa da afferrare.
Conosciamo tutti i nostri clienti, gli amici e gli appassionati che animano la nostra avventura e non abbiamo dubbi che avranno la cautela che questa fase richiede, per poter pensare ad una vita normale di abbracci, racconti e condivisione.
A breve vi forniremo tutte le informazioni necessarie per tornare a trovarci, si potrà accedere al negozio uno per volta ovviamente muniti di mascherina e stiamo studiando il modo migliore per permettere a tutti di rivivere gradualmente Baskethood come un tempo!
Contiamo su di voi, non siamo mai stati solisti, dobbiamo appoggiarci a voi per vedere la nostra squadra avanti nel punteggio quando la sirena finale suonerà.